Attiva

Il Centro di Domotica Sociale ATTIVA-Cad della Cooperativa Sociale ISAC Pro valuta e propone, nell’ambito del proprio progetto di vita indipendente, ausili e soluzioni ICT (Tecnologie dell’informazione e della Comunicazione) per la maggiore autonomia e qualità della vita delle persone che vivono una condizione di disabilità e delle persone anziane nei contesti di vita
domestica, lavorativa e sociale.
Il Centro Attiva-Cad è stato riconosciuto dalla Regione Puglia come Centro Ausili per la Vita Indipendente e la Domotica Sociale e inserito nella rete dei Centri di Domotica Sociale pugliesi con una Convenzione firmata il 7 dicembre 2016 che ha permesso,finalmente, anche al territorio di Taranto e Provincia di avere un Centro di Domotica Sociale che supporti le persone con disabilità nella realizzazione dei progetti di vita indipendente (Pro.v.i.) Il Centro, ancor prima della convenzione, ha condotto numerose valutazioni per persone con disabilità, in particolare intellettive, nell’ottica del miglioramento della vita indipendente attraverso
l’utilizzo di ausili informatici e domotici.
Successivamente alla valutazione globale e multidisciplinare effettuata dal Centro, le persone con disabilità si rivolgono alla Asl, unico prescrittore per gli ausili, con un’analisi dettagliata che permette all’equipe della Asl di basare la prescrizione su un profilo funzionale della persona realmente efficace per la promozione di una sua vita maggiormente autonoma riducendo, tra l’altro, i tempi tecnici che la Asl impegnava per le valutazioni.
La domotica svolge un ruolo importante nella riduzione del gap tra le richieste dell’ambiente e l’handicap delle persone con disabilità.
Intendiamo infatti la condizione di disabilità come il risultato dell’interazione fra la salute dell’individuo e fattori legati al contesto (OMS).
L’intento del nostro Centro Domotica e Ausili ATTIVA-CAD è quello di, a fronte di un’accurata valutazione psicofisica ed ambientale, abbinare e\o realizzare ausili per persone disabili, affette da handicap e per coloro che, a causa di malattie neurodegenerative o traumatiche, non hanno più il controllo volontario dei propri muscoli.
Ad oggi, la Asl e il Centro di Domotica Sociale, proseguono la loro collaborazione nell’ottica di costruire percorsi di lavoro condivisi in sinergia tra pubblico e privato sociale.

 

Obiettivo Generale
Offrire, grazie a competenze qualificate un servizio a persone con disabilità e a persone anziane, in grado di soddisfare il loro bisogno del diritto alla vita indipendente, promuovere l’invecchiamento sano e attivo con l’ICT con servizi di robotica all’interno di ambienti di vita assistita, e soluzioni ICT per la vita indipendente di persone con menomazione cognitiva.

 

Obiettivi Specifici

  • soddisfare il bisogno di autonomia disatteso della persone con disabilità del provincia jonica;
    dare risposte personalizzate;
  • compensare le limitazioni funzionali scegliendo l’ausilio giusto;
  • facilitare l’autonomia nei percorsi di studio, di lavoro e nel contesto domestico;
  • realizzare progetti per la tele-assistenza e per l’allestimento di ausili tecnologici e soluzioni strutturali per migliorare la qualità di vita delle persone anziane;
  • facilitare l’uso di sistemi ICT per le persone anziani;
  • facilitare l’autonomia anche ricorrendo a tecnologie di uso comune che se organizzate in modo opportuno, possono diventare degli ottimi ausili;
  • presentare e diffondere e informare sulla Domotica presso le Aziende presenti nella provincia Jonica al fine di favorire l’integrazione lavorativa di persone con disabilità.

 

Destinatari

  • disabilità motoria;
  • disabilità intellettive;
  • disabilità di comunicazione e/o intellettive;
  • disabilità congenite e/o acquisite;
  • disabilità multiple;
  • disabilità secondaria o malattie rare;
  • organizzazioni del lavoro;

 

Metodologia

ISACPro ha approntato per il Centro di Domotica Sociale ATTIVA-Cad una rigorosa metodologia per la valutazione degli ausili i cui presupposti teorici trovano la propria ragione d’essere nel concetto di disabilità elaborato nel modello ICF; la rigorosità metodologica è dettata dalla delicatezza del percorso riabilitativo. La proposta di un ausilio può provocare nella persona una difficoltà di accettazione, e per questa ragione si procede a una successione di setting valutativi coordinata da un team interdisciplinare di professionisti, ciascuno di loro valuta il contesto di vita, le difficoltà e la capacità residue delle funzioni della persona disabile, per individuare l’ausilio o il dispositivo adeguato.

 

Chi siamo

La nostra equipe è composta da:
Dott. Umberto Boccuni, Fisioterapista , Specializzato in ausili.
Dott.ssa Maria Di Giorgio, Pedagogista, specializzata in “Consulente Pedagogico per la Disabilità”, Dottoressa in Psicologia, Analista del Comportamento.
Dott.ssa Giusi Leone, Psicologa, Psicoterapeuta.

 

Orario di ricevimento

Riveciamo il mercoledi e il venerdi dalle 18:00 alle 20:00 o su appuntamento.

 

Contatti

  • E-mail: centrodomoticattiva@gmail.com
  • Telefono: +39 324 622 2546;

Scrivici, ti risponderemo subito!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per proseguire e inviare i dati devi spuntare la casella sottostante: leggi la policy