• Utenti Mediterraneo
    Clicca per entrare nell'area riservata
    agli utenti del Centro Mediterraneo
Iscriviti alla newsletter| Tel: +39 324 6222546| info@mediterraneo.social

Dicono di noi

ciò che mi ha colpito è stato il modo meticoloso con cui si prepara il progetto di educazione. Sono soddisfatto della giornata e del grande aiuto che domani potrò dare a chi ne ha bisogno.

Anonimo, #mediterraneo

Partecipare al corso organizzato dallo staff di Mediterraneo è stata un’esperienza di forte emozione. Mi sono resa conto che è davvero tanto quello che vorrei imparare a fare.

Anonimo, #mediterraneo

Mi porto a casa l’attenzione a valorizzare il positivo, l’attenzione a valorizzare ciascuno e ultimo, ma non ultimo…porto a casa il “credere” nella prosocialità.

Anonimo, #scuola

Grazie per il corso di oggi, stimolante e per nulla soporifero, per avermi dato la conferma scientifica e degli strumenti concreti per l’attuazione pratica di quel proverbio che dice “se aiuteremo la barca di nostro fratello ad attraversare il fiume, anche la nostra barca avrà raggiunto la riva”.

Anonimo, #scuola

mi riporto dal corso la consapevolezza che in ognuno dei miei alunni è scritta in fondo al cuore la legge del dono e che il mio lavoro è quello di cercare di farla venire fuori sapendoli aspettare con tanta pazienza e avendo il coraggio di rimettermi in gioco ogni volta imparando dalle sconfitte che vengono dalla loro libertà di scelta.

Anonimo, #scuola

Ho trovato interessante il fatto che i ragazzi stessi realizzano dei giochi educativi per altri ragazzi, per adulti; sembra quasi un paradosso che proprio loro, possano aiutare altre persone, ma è una cosa che ho trovato davvero molto stimolante, anche per noi che siamo all’inizio del nostro percorso.

Anonimo, #mediterraneo

Sono davvero molto contento e soddisfatto di questa esperienza, e mi piacerebbe moltissimo ripeterla, e penso che questo pensiero sia in comune a tutti i miei colleghi che ieri hanno partecipato, e sicuramente anche a chi vi parteciperà nelle prossime sessioni.

Anonimo, #mediterraneo

lunedì mattina sono andata a scuola, ed entrata in classe un alunno mi ha chiesto “prof. come va?”. Io in quel momento ho realizzato che mi sentivo, per la prima volta, magnificamente a mio agio nello stare in classe. Ho poi capito che gli input ricevuti domenica hanno prodotto in me l’effetto di dare un senso ai miei atteggiamenti nei confronti degli alunni e mi hanno dato un senso di sicurezza e di serenità che mi ha procurato Ben-essere.

Anonimo, #scuola

Ciò che mi sono portata a casa con me oggi è stata un’ulteriore conferma che il cammino che ho intrapreso sia quello giusto e inoltre la consapevolezza che il lavoro di squadra sia piacevole. Ho sempre pensato che nella vita la massima aspirazione a cui puntare sia poter fare quello che ti gratifica e questo l’ho visto nella dedizione e nella costanza dei ragazzi che lavorano nella struttura e spero un giorno di poterlo provare sulla mia pelle.

Anonimo, #mediterraneo

Spero di poter riuscire, una volta laureata a realizzare anche io cose di questo tipo anche perchè dopo questa giornata sono ancora più convinta e sicura della scelta che ho fatto. Per questo ringrazio lo staff di Mediterraneo per avermi dato l’opportunità di poter vivere un’esperienza come questa!

Anonimo, #mediterraneo

Avevo delle perplessità anche sulle mie capacità, avevo in un certo senso paura perchè non sapevo bene come mi sarei comportata, come mi sarei relazionata con loro,invece ho sperimentato questa cosa e mi sono resa conto di esserne capace, di esserne all’altezza!

Anonimo, #mediterraneo

Sono stato molto contento, e molto colpito dalla meticolosità del lavoro svolto dagli operatori, a partire dagli aspetti ”teorici” e le tasks (di cui sono venuto a conoscenza solo ieri) sino all’aspetto più pratico, quello col contatto con l’utente.

Anonimo, #mediterraneo

Faccio mio il motto di amare i miei alunni e dare la vita per loro senza aspettarmi niente in cambio.

Anonimo, #scuola

Ho capito oggi che se facciamo sperimentare ai nostri alunni un modo diverso di stare insieme loro lo colgono molto meglio che se glielo spieghiamo a voce e soprattutto l’esperienza che hanno fatto rimane nel loro cuore per sempre.

Anonimo, #scuola

Alla domanda ”Cosa mi porto a casa oggi?” rispondo:” L’esperienza di una lezione alternativa, la voglia di partecipazione, e la curiosità per la prossima lezione”.

Anonimo, #formazione

È stata una lezione che mi ha colpito parecchio,poiché diversa dalle solite lezioni, e credo ci abbia permesso di interagire maggiormente gli uni con con gli altri e di iniziare a comprendere come si possa lavorare insieme per raggiungere determinati obiettivi.

Anonimo, #formazione

Tra le tante cose che mi porterò a casa c’è l’insegnamento delle tre finestre(antecedente, azione, conseguenza),il lavorare e il collaborare insieme agli altri, e che la crescita e le capacità umane sono importanti indipendentemente dal ruolo che svogliamo o che svolgeremo in un futuro e il problema della didattica che forse fino ad ora mai nessuno aveva messo in evidenza.

Anonimo, #formazione

penso che stia riuscendo anche a trasmetterci l’amore e la dedizione con cui si dedica al suo lavoro, con la speranza che anche noi potremo, un giorno, avere la stessa gioia che lei ha negli occhi.

Anonimo, #formazione

La comunicazione può essere difficile e questo gioco ce l’ha insegnato. Ma ci ha insegnato anche l’importanza di ascoltare.

Anonimo, #grammaticacomunicazione

Un gioco molto divertente e struttivo, che insegna ad ascoltare gli altri e a collaborare. Collaborare con i propri amici è sempre fenomenale .

Anonimo, #grammaticacomunicazione

Il gioco è stato interessante perché mi ha permesso di conoscere meglio la persona che aveveo di fronte a me.

Anonimo, #grammaticacomunicazione

Inoltre fino ad oggi molto spesso mi è capitato di incontrare persone,sia nell’ambiente universitario che fuori,che non sapessero chi fosse un educatore o che sottovalutassero l’importanza di questa figura,oggi invece grazie alla sua lezione mi sono sentita più motivata,poiché ho visto più da vicino ciò che davvero noi educatori potremmo dare agli altri e ricevere da questi ultimi. Ciò che quindi mi è rimasto di questa lezione è una motivazione in più e la certezza di voler intraprendere questa esperienza.

Anonimo, #formazione

Volevo semplicemente dirvi e sottolineare che è sempre più importante ed estremamente indispensabile per noi studenti che affrontiamo con molta fatica e dedizione l’ambito universitario trovare dei docenti che sappiano insegnarci un giusto approccio con le discipline. ( Per me questa è la seconda laurea e credetemi e la prima volta che vengo coinvolta così ad una lezione ) Il modo migliore x farlo è sicuramente quello di trovare professori, come lei, che ci educhino ad un coinvolgimento sempre più pratico e non improntato solo sulla teoria che può essere abbastanza riduttiva viste le varie situazioni che ci troviamo ad esaminare ogni giorno, che richiedono sempre più competenze pratiche e non solo teoriche. “La scienza della psicologia è fondamentalmente un esercizio di immaginazione.” Edward Glover Grazie prof.

Anonimo, #formazione

Esperienze passate mi hanno fatto capire che per approcciarmi ad un qualsiasi lavoro ,bisogna prima di tutto imparare le varie mansioni,svolgerle al fine di riuscire ad ottenere una retribuzione; questo ha comportato a volte la perdita di coscienza della reale motivazione per cui si è scelto di fare quel tipo di lavoro. Dalla lezione di oggi ho appreso che oltre ai tre “punti chiave”citati prima,è importante Amare quello che si fa ,riuscendo cosi a trasmetterlo a chi ci sta intorno attraverso un reciproco scambio di dare e avere , di emozioni ,informazioni e sensazioni che ha un fine pratico e non solo teorico nella vita di tutti i giorni.

Anonimo, #formazione