• Subscribe
    Clicca per entrare nell'area riservata
    agli utenti del Centro Mediterraneo
Iscriviti alla newsletter| Tel: +39 324 6222546| info@mediterraneo.social

Il progetto 32 APRILE promosso dalla Coop. ISACPro e l’Aps COMUNI-TA’ è vincitore del Bando “ORIZZONTI SOLIDALI” della FONDAZIONE MEGAMARK.
L’obiettivo è Creare un circuito di almeno dieci ‘casematte’ tarantine, ad iniziare dalla nostra sede in Viale Virgilio, per far conoscere Taranto con altri sguardi, altri linguaggi, altri punti di vista poco battuti dal quelli turistici mainstream.
Per definizione dal dizionario una ‘casamatta’ è una casa che nasconde ben altro, solitamente armi, e noi non saremo da meno: sfoggeremo la nostra arma strategica migliore e nonviolenta, la simpatia contagiosa, la capacità di fare bene, di essere accoglienti verso chi viene da altre regioni e da altre nazioni per scoprire la nostra amata Taranto!
Il nostro sarà un progetto di socializzazione e di sforzo creativo per ridefinire il modo di portare turismo nel nostro capoluogo.
Così, una dozzina di giovani di Mediterraneo diventeranno utilissimi allo sviluppo di percorsi esperienziali, di nicchia, ma sempre più richiesti da un turismo responsabile e sociale.

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’idea progettuale – e lo stesso titolo, “Il 32/4” – prendono spunto da fatti di vita reale all’interno del centro Mediterraneo di Taranto da noi gestito da diversi anni. Non potendo incontrarsi per una pizza nel centro città come facciamo il mercoledì sera per la concomitante festività del 25 Aprile 2018, un nostro giovane assistito nella chat whatsapp rispose: “Va bene, vuol dire che ci vedremo mercoledì prossimo, il 32 Aprile”. Oltre ai sorrisi di noi operatrici, ci parve il modo migliore per raccontare la volontà di spezzare la routine di queste persone, la voglia di uscir fuori, scoprire e farsi scoprire.
Da lì e dalla possibilità di mettere a disposizione la nostra ampia cucina come living, come spazio di socializzazione, di accoglienza anche in chiave turistica e culturale, abbiamo immaginato la nostra “CASA MATTA N°0”.
Nel frattempo abbiamo incrociato i loro e i nostri sguardi con altre realtà del territorio che organizzano tour e occasioni esperienziali al di fuori dei soliti circuiti come Castello Aragonese, museo Marta, Ponte Girevole, ecc. Grazie alla buona volontà di alcuni genitori, di persone sensibili a queste tematiche, grazie alla disponibilità di tante ‘case aperte’ a Taranto, abbiamo imbastito un progetto che in capo a sei mesi metterà su un circuito turistico capace di svegliare una domanda turistica etica, sociale e responsabile: sarà un percorso tra le vie cittadine che toccherà tutti i quartieri, perché pensato da molte mani e adatto ad accontentare le curiosità di chi non vuole limitarsi a stare sulla crosta, ma a toccare con mano la vita quotidiana dei tarantini, conoscerne alcuni tra i più simpatici, allegramente strani, ‘tipi curiosi’ che nessuna guida turistica riuscirebbe mai a catalogare.
Così, i nostri giovani, in media ventiduenni, avranno modo di sorprendersi e di sorprendere tutti grazie alla loro carica umana. Insieme, costruiremo un modo nuovo per fare amicizie anche internazionali, per realizzare il grande sogno di sentirsi ‘speciali’ nel senso buono: importanti, utili, capaci di essere e di fare…