• Subscribe
    Clicca per entrare nell'area riservata
    agli utenti del Centro Mediterraneo
Iscriviti alla newsletter| Tel: +39 324 6222546| info@mediterraneo.social

L’ intervento psicoeducativo nel trattamento delle Disabilità Evolutive

Esperienze, metodologie e prospettive

Il 26 luglio, dalle ore 9,00 alle 18,00, si terrà presso presso il Policlinico di Bari, nell’Aula Asclepios il convengo dal titolo: ‘L’intervento psicoeducativo nel trattamento delle Disabilità Evolutive: esperienze, metodologie e prospettive.’ Di seguito tutte le info e la locandina dell’evento:

OBIETTIVI

L’ Istituto di Scienze dell’ Apprendimento e del Comportamento Prosociale ha costituito l’ ambiente di coltura per lo sviluppo dell’ analisi e modificazione del comportamento in Puglia e per la coniugazione di due approcci che nessuno penserebbe di accostare tra loro: il paradigma prosociale e l’ analisi comportamentale. Questo convegno, voluto dal Gruppo Informale di Ricerca in Analisi e Modificazione del Comportamento, sorto  nell’ ambito del Corso di Laurea di Educazione Professionale (coordinatore: prof. Antonio Rampino) dell’ Università degli Studi di Bari, intende offrire ai ricercatori pugliesi di terza generazione un’ opportunità per presentare i propri lavori alla comunità scientifica,  aprire una stagione di confronto sugli approcci metodologici della professione di educatore, contribuire alla definizione del modello “Mediterraneo”. Mediterraneo è il nuovo che viene avanti con l’ ambizione di proporre percorsi rigorosi di apprendimento che portino la persona con Disabilità Evolutive ad apprendere per cercare la propria realizzazione nella reciprocità sociale, cosicché, prendendosi cura dell’ altro, possa partecipare al processo di generazione dei legami di comunità. Questa nuova prospettiva dell’ inclusione apre poi lo scenario dell’ assistenza alle persone a bassa responsività o pluriminorate, troppo spesso ferma al mero custodialismo, all’ interno del quale i lavori dei giovanissimi ricercatori di Mediterraneo propongono l’ affermazione del diritto ad apprendere e a comunicare. La sostenibilità di un tale modello è tutta da dimostrare, ma l’ ipotesi di Mediterraneo  è di spostare l’ allocazione delle risorse dal finanziamento delle strutture all’ investimento nel progetto di vita della persona.

DESTINATARI

Studenti di EDP e TRP, operatori sanitari e sociali delle strutture sanitarie e sociosanitarie pugliesi.

PROGRAMMA

INTRODUZIONE Storia dell’ intervento per le Disabilità Evolutive: dall’ Inserimento all’ integrazione e all’ inclusione. Mediterraneo: quando l’ Analisi e Modificazione del Comportamento si coniuga con il paradigma della Prosocialità Donato Salfi (ASL di Taranto – insegnamento di  Psicologia Generale nel cdl Educazione Professionale – Scuola di Medicina – Università di Bari)   PRIMA SESSIONE MINIME RESPONSIVITA’: PROGRAMMI PER L’ APPRENDIMENTO DELLE ABILITA’ DI BASE Presidente: Antonio Rampino (Coordinatore del CdL in Educazione Professionale, Università degli Studi di Bari) Relatori: Roberta Maglie, Federica Molino e Cristina Vozza (ISACPro, Taranto) Discussant: Antonella Matichecchia (Progettista Coop. Nuova luce, Taranto)   SECONDA SESSIONE SISTEMI E METODI DEI TRATTAMENTI PSICOEDUCATIVI STRUTTURATI PER LE DISABILITA’ EVOLUTIVE Presidente: Vito Lozito (Direttore S.C. Neuropsichiatria dell’ Infanzia e dell’ Adolescenza – ASL di Bari) Relatori: Giusi Leone e Barbara Cito (ISACPro, Taranto), Serena Lassainato (Centro Sant’ Angelo, Lecce), Anna Rita Clemente, Antonietta Lomurno e Francesco Lacalamita (INSIEME, coop sociale a marchio ANFFAS, Altamura – BA), Rossella Missanelli (I.C. 16 agosto 1860, Corleto Perticara – PZ), Maria Grazia Valente (Si Può fare, coop. sociale, Latiano – BR) Discussant: Mariangela Cavallo (ISACPro, Taranto)   TERZA SESSIONE PROGETTI DI VITA INDIPENDENTE NELLA COMUNITA’: LO STATO DELL’ ARTE Presidente: Maria Concetta Antelmi (Psicologa, Ceglie Messapica – BR) Relatori: Enrica Sibillio, Serena Lassainato, Nara Viviana Ceddia, Erika Tomassini e Barbara Cito (ISACPro, Taranto) Discussant: Massimiliano Salfi (ISACPro, Taranto).

Leave a Reply